Il Cimitero Militare di Croce di Musile

DEDICATO ALLA MEDAGLIA D'ORO CAPITANO TITO ACERBO

 

Il Cimitero Militare di Croce è dedicato alla Medaglia d'Oro Capitano Tito Acerbo del 152° Reggimento di Fanteria, Brigata Sassari. La salma dell'eroe è stata successivamente trasportata a Loreto Aprutino, sua città natale; le salme dei caduti italiani sono invece state trasferite all'Ossario di Fagarè. Il cimitero conteneva in origine 1642 salme, di cui 917 italiane e 725 austro-ungariche, tutti caduti durante la battaglia del Piave nel giugno 1918. Al suo interno si trovava anche la tomba provvisoria del Capitano Tito Acerbo, sulla quale era in origine posta questa iscrizione su una lapide poi scomparsa:

 

IL CAPITANO TITO ACERBO
DEL 152 FANTERIA
CADUTO IL 16 GIUGNO 1918
COMBATTENDO CON VOI, SOLDATI,
QUI
IN FACCIA ALLO STRANIERO
CHE ARMATO ACCAMPASI SUL NOSTRO SUOLO
ACCANTO A VOI GIAE
PER ALIMENTARE IN VOI LA FEDE
PER ADDITARE A VOI
I SACRI CONFINI DELLA PATRIA
PAX

 

Il monumento a T.Acerbo era stato eseguito da artisti di Loreto Aprutino, in pietra del Grappa. L'iscrizione ricorda "CAPITANO DOTT. TITO ACERBO MEDAGLIA D'ORO / DEL 152 REGG. FANTERIA / BRIGATA SASSARI / NATO IN LORETO APRUTINO IL 4 MARZO 1890 / CADUTO QUI SUL PIAVE IL 16 GIUGNO 1918". Il monumento si inaugurò per iniziativa della Sezione Combattenti di San Donà di Piave, il 15 giugno 1925.
Il 2 ottobre 1927 fu inaugurato un cippo in onore di T.Acerbo:  si tratta di una colonna infranta, collocata davanti la chiesa parrocchiale di Croce, nel punto in cui il 16 giugno 1918, il valoroso Capitano cadde combattendo. Il cippo riporta questa iscrizione:

 

QUI
IL 16 GIUGNO 1918
EROICAMENTE CADEVA
ALLA TESTA DEI SUOI VALOROSI
IL CAPITANO TITO ACERBO
MEDAGLIA D'ORO
IL COMUNE DI MUSILE DI PIAVE
POSE

 

Al centro del cimitero si trovava un monumento di roccia, sormontato da un tripode di bronzo, con la targa votata dal Comitato per le onoranze dei caduti in difesa di Venezia nel 1922, ripetuta in tutti i cimiteri militari del Basso Piave:

 

I SOLDATI D'ITALIA
PRIMI AL CIMENTO
FORTI NELLA TITANICA GESTA
IMMOLATISI NELL'UTLIMA GUERRA
PER L'INDIPENDENZA NAZIONALE
QUI GLORIOSI RIVIVONO NELLA MEMORIA
DEI POSTERI
IL COMITATO PER LE ONORANZE AI CADUTI IN DIFESA DI VENEZIA
MCMXXII

 

"Nel cimitero militare di Croce, prima del 1922 stava già sistemato un mausoleo di guerra preparato dai superstiti in onore dei compagni caduti: una grande corce di pietra era munita della semplice iscrizione: 'CADUTI / PER LA PATRIA / GIUGNO 1918': questa croce, noi crediamo, fu sistemata dalle centurie dei lavoratori che sulle retrovie, am così vicini al fuoco nemico, preparavano i mezzi di lotta e di resistenza ai compagni più arditi e più baldanzosi"

(C.Chimenton, San Donà di Piave e le succursali di Chiesanuova e Passarella, Stavolta Editore - prima edizione - Treviso 1928; seconda edizione - Pordenone 1981, vol 1, p. 416 s.).